+39 347 123 45 67

L’egitto Archeologico di Linchio Part 03 – COLOSSI DI MEMMONE

Feb 10, 2018 Category: foto

Poco fuori dal centro (moderno) di Luxor si trovano le vestigia (lo volevo dire dai cavalieri dello zodiaco) del complesso funerario eretto da Amenhotep III
che faceva sembrare il GIGANTESTO tempio di Luxor piccolo al suo tempo.
le statue sono di una possanza e imponenza straordinarie e ciò che ne vediamo è solo una sbiadita eco; sono ricavate da blocchi di quarzite portati probabilmente dal cairo.
il sito è piuttosto “spoglio” ma le statue che sono rimaste a fare la guardia evocano ancora quel tempo di spendore.. e se guardate troverete dei dettagli incredibili: come degli antichi tatuaggi
incisi sulle gambe e i piedi dei colossi, è come un sub-strato di storia che li avvolge, quasi a confermarne l’antichità.
Il complesso fu così nominato in onore del eroe greco Memmone, una delle sue statue in (granito nero) all’alba colpita dal sole e quindi riscaldata sembrava emettere suoni questo venne associato come al saluto dell’eroe alla madre Eos, dea dell’aurora. Ma anche qui la magia finisce in epoca “moderna” infatti dopo un restauro, effettuato in epoca romana per volere dell’imperatore Settimio Severo, dal 199 d.C. i rumori non furono più avvertiti.

20180108_103113

IMG_2611

ecco alcune della famose incisioni (greche romane e copte) tra le quali possiamo trovare gli epigrammi di Giulia Balbilla vi incise durante il suo viaggio in Egitto con la corte dell’imperatore Adriano e di sua moglie Vibia Sabina. quando le guardi devi un’attimo credere ai tuoi occhi: è come fosse “aggraziato vandalismo” ossimori..

IMG_2607

IMG_2581

IMG_2595

IMG_2618

 

IMG_2600

IMG_2586
IMG_2582

IMG_2592

 

IMG_2588